Un Doblò per Totò

21 marzo, 2007

GRAZIE BEPPE GRILLO

Con mia grande gioia vi informo che ho appena appreso che le Ferrovie dello Stato per ora grazie a Beppe Grillo e a TUTTI VOI hanno annullato la liberatoria che una persona diversamente abile avrebbe dovuto firmare se il treno non fosse stato attrezzato per il trasporto di persone disabili scagionando così le FS da ogni responsabilità. Non so ancora come l'ente ferroviario intenderà risolvere questa vicenda ma io mi impegnerò affichè i disabili non vengano più situati nel vano bici senza nessuna tutela per loro stessi. Da qualche tempo mi sto occupando anche di far entrare in vigore in Italia il contrassegno europeo per disabili che permette a una persona diversamente abile di poter sostare con l'auto nelle aree riservate. L'attuale permesso vigente nel nostro paese ha solo validità nazionale questo implica che se un disabile si sposta all'estero viene multato perchè tale permesso non viene riconosciuto in Europa . Chiedo a tutti voi se vi è possibile un piccolo aiuto per risolvere anche questa battaglia. Vi ringrazio di cuore fin d'ora.

30 commenti:

  1. Complimenti Luca! Faremo del nostro meglio come Generazione Attiva per batterci sul contrassegno!

    RispondiElimina
  2. Anonimo1:31 AM

    Grande Luca, hai ottenuto e garantito ad altri un diritto sacrosanto!

    RispondiElimina
  3. coraggio Luca! mi auguro che la tua esperienza sia di spunto per tante altre cose giuste... anche se sarebbe meglio che le prossime accadessero anche senza l'intervento di Beppe Grillo!

    RispondiElimina
  4. ciao Luca complimenti e coraggio!

    RispondiElimina
  5. Complimenti!
    Spero che non valga solo per pochi giorni e poi ci si dimentichi tutto.
    Mi piacerebbe vivere in un posto dove anche che i singoli cittadini che vedono auto parcheggiate in malo modo (in parcheggi riservati ai disabili o sui marciapiedi senza lasciar spazio a pedoni e carrozzine varie, o che occupano gli scivoli ecc ecc..)denunciassero il fatto ai vigili attraverso la comunicazione della targa e che queste fossero immediatamente rimosse col carrattrezzi e multati con cifre astronomiche...dato che la buona educazione inizia solo quando si tocca il portafogli...può darsi che funzioni!
    Ciao e in bocca al lupo per tutto!

    RispondiElimina
  6. Anonimo3:05 PM

    sei un GRANDE!!!!!!! Sono troppo contenta, speriamo che la questione si sistimi del tutto.
    in bocca al lupo per tutto.
    Rosy da Ancona

    RispondiElimina
  7. Caro Luca,
    innanzitutto mi complimento per la battaglia vinta... quando ho modo di "incontrare" persone della tua pervicacia mi rincuoro un po' sulle sorti di questa Penisola (chiamarla "Paese" sarebbe troppo...).
    Scrivo da Gualdo Cattaneo (PG), comune dell'Umbria che da moltissimi anni subisce la nefasta e devastante presenza di una centrale termoelettrica a carbone, con le conseguenze che tutti possono immaginare, in primis l'incidenza dei neoplasie ed emopatologie... recentemente l'ENEL ha manifestato l'intenzione di praticare la co-combustione del carbone con le cosiddette "biomasse": così facendo otterrebbe la certificazione CIP6 che la autorizzerebbe a bruciare qualsiasi fonte energetica rinnovabile (bada, NON necessariamente ECOSOSTENIBILE!!!) ivi compresi i RIFIUTI SOLIDI URBANI. In una parola, potremmo ritrovarci da un giorno all'altro un INCENERITORE nella terra del Sagrantino di Montefalco e dell'Olio extravergine umbro D.O.P...
    Ti chiedo un piccolo aiuto: il nostro Comitato per la tutela dell'Ambiente di Gualdo Cattaneo sta cercando di dare visibilità nazionale al nostro problema. Abbiamo cercato per 2 anni di contattare Beppe Grillo, ma ancora senza successo... siccome nel frattempo non è che si può stare fermi, chiedo a tutti i bloggers che incontro di dedicare un post di solidarietà alla nostra battaglia, e di linkare il mio blog (http://raoulmantini.blogspot.com ).
    Pronto a renderti l'aiuto ogni qualvolta lo richiederai, sicuro in un Tuo riscontro positivo, rinnovo i più vivi complimenti e i più sentiti auguri a nome di tutti noi. Magari chissà, un giorno anche Beppe verrà a Gualdo Cattaneo a darci il suo preziosissimo contributo contro il mostro che stiamo combattendo!

    Grazie e (spero) a presto.

    Raoul

    RispondiElimina
  8. Davide3:09 PM

    Ciao Luca, sei davvero un ragazzo coraggioso e ti ammiro molto.
    Magari i politici fossero fatti della tua stessa pasta.

    Grazie per l'esempio che ci dai. Grazie di cuore.

    Un abbraccio,
    Davide

    RispondiElimina
  9. Ciao Luca!Ti ho dedicato un post(http://zarathustra.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=1414719) sul mio blog.Se ti va passa da me!Ciao Alessandro.

    RispondiElimina
  10. Luca è grazie alla forza ed al coraggio di quelli come te che in questo paese dove non tutto va per il meglio si va avanti. Continua così e non fermarti vedrai che saremo tanti a seguirti.

    RispondiElimina
  11. Anonimo3:41 PM

    Grande Luca! Sei un vero esempio!

    RispondiElimina
  12. Anonimo5:28 PM

    ma posso chiedere una cosa?
    cosa vuol dire "diversamente abile".
    Vi prego non fraintendetemi, non é razzismo o inciviltà. Vivo da anni in francia e qui gli handicappati sono handicappati e gli stranieri stranieri o non extracomunitari. E ogni treno ha il suo spazio per le carozzine. In Italia come al solito si pensa solo alla forma e mai alla sostanza. Per favore, meno politically correct e più fatti!!!

    RispondiElimina
  13. Ciao Luca,
    spero tu abbia letto la mail che ti ho spedito, ti sono vicino, complimenti per la "battaglia" già vinta e forza e coraggioper le altre!

    www.stefanoamato.blogspot.it

    RispondiElimina
  14. Chip En Sai7:27 PM

    Ciao Luca...

    sono contento che quella vergognosa "dichiarazione" sia stata annullata!...
    Sappi che stavo pensando... altrimenti... di organizzare una performance per "documentare" dal vivo la faccia del dirigente che ti avesse ancora chiesto di firmarla!...

    L'altra notte ho sognato di essere alla stazione di Milano a salutare i dirigenti di Trenitalia in partenza sullo stesso treno!... Erano tutti affacciati ai finestrini di un vagone... e mentre la carrozza si muoveva... come nel film "Amici miei"... si beccavano a mo' di saluto una serie di schiaffoni dai loro clienti più soddisfatti!...
    Come si suol dire... tutto è bene...

    Ciao!

    P.S.: ...e togliti quel "Dott." davanti al nome!... non ne hai bisogno!... e... semmai... non è proprio il caso che tu dia maggior prestigio a un titolo che tanti dirigenti di Trenitalia non meriterebbero!

    RispondiElimina
  15. Anonimo10:32 PM

    Si, ti togli il dott.
    sai, di dottori sono tanti,
    peccato che in signori siamo rimasti in pochi,

    Da un diversamente abile 75% invalido, 2 trapianto d'organo.

    RispondiElimina
  16. Ciao!
    E' la prima volta che passo di qua!
    Complimenti per il tuo impegno!
    Ho messo il tuo banner sul mio blog, per ora penso sia l'unico modo con cui possa darti una mano...
    a presto

    RispondiElimina
  17. lucia2:45 AM

    Ciao Luca,
    sei davvero mitico!!!!Sei un esempio per tutti,anche il mio amico Francesco ringrazia...sopratutto dobbiamo ringraziarti noi tutti, abili fuori ma ottusi e bloccati dentro,questo, è il peggiore dei limiti...

    RispondiElimina
  18. lucia2:45 AM

    Ciao Luca,
    sei davvero mitico!!!!Sei un esempio per tutti,anche il mio amico Francesco ringrazia...sopratutto dobbiamo ringraziarti noi tutti, abili fuori ma ottusi e bloccati dentro,questo, è il peggiore dei limiti...

    RispondiElimina
  19. Anonimo6:47 PM

    Con me sfondi una porta aperta, ma bisognerebbe togliere i permessi ai falsi disabili per poter fare passi da gigante per i veri disabili. Cordialmente ..... Sergio

    RispondiElimina
  20. Anonimo11:49 AM

    CON I FATTI LE PERSONE DIMOSTRANO IL LORO ESSERE UOMINI
    E LA LORO TESTIMONIANZA RIMANE PER TUTTI UN ESEMPIO DI CORAGGIO E DI ATTACCAMENTO ALLA VITA
    GRAZIE LUCA
    ENRICO BIANCHIN

    RispondiElimina
  21. Anonimo2:57 PM

    Ciao Luca
    sono molto contenta di questa
    grande vittoria che rende la nostra societa' piu' civile ed a
    misura d'uomo e non di furbetto.
    Spero di poter attivamente partecipare anch'io in futuro a rendere il nostro paese piu' giusto ed equo.
    Un abbraccio
    Cristina

    RispondiElimina
  22. Stella4:12 AM

    Ciao Luca, sono contenta per te!!!

    RispondiElimina
  23. Ti ammiro tantissimo. Dovremmo tutti prendere esempio dalla tua forza dal tuo coraggio. Grazie

    RispondiElimina
  24. Dai Luca, le acque si smuovono... nel mio piccolo non posso fare nulla ma spero che la situazione migliori !!! Tu non arrenderti...
    Un abbraccio ^___^

    RispondiElimina
  25. Grandioso Luca rompic...!Anch'io avevo mandato una lettera al quotidiano di Bergamo per lamentarmi del fatto che FS si rifiutava di farmi salire su treni non attrezzati,cosa che avevo sempre fatto facendomi aiutare dai soci della cooperativa portaabagagli.Dopo il servizio apparso sul giornale riguardo a questo problema,anche con me Trenitalia ha cambiato "tattica" facendomi firmare la liberatoria.Soluzione scomoda e poco corretta!Sono contenta che grazie a te e Beppe anche questa rogna sia stata risolta!Un abbraccio Adri

    RispondiElimina
  26. Sei un grande Luca!!!
    Mi hai fatto da esempio!
    Un'abbraccio
    PACE

    RispondiElimina
  27. Anonimo8:30 PM

    Luca, sono contento per questo passo avanti. Ma attenzione!un dipendente mi ha spiegato una volta che la liberatoria serviva a tirar fuori dai guai chi prenotava il servizio sul treno NON attrezzato in caso d'infortunio (se voleva essere comprensivo rischiava però una grana) QUINDI, la liberatoria deve esserci per il dipendente MA NON PER TRENITALIA! NESSUNO SCONTO A DIRIGENTI MULTIMILIONARI !!!

    RispondiElimina
  28. Anonimo2:24 PM

    necessita di verificare:)

    RispondiElimina
  29. Anonimo2:30 PM

    quello che stavo cercando, grazie

    RispondiElimina