Un Doblò per Totò

07 dicembre, 2005

L'OPINIONE DEI CITTADINI PER I NOSTRI DIPENDENTI VALE MENO DI ZERO

Foto :www.repubbica.it
Da due settimane gli abitanti della Val di Susa presidiano i cantieri e le strade per impedire la realizzazione della linea ferroviaria ad alta velocità (TAV) Torino - Lione perchè da quanto dimostrano i manifestanti la composizione delle rocce è ricca di Amianto e Uranio sostanze molto pericolose per la salute dell'uomo . La realizazione di tale opera pubblica implica la costruzione di due tunnel che creano uno squilibrio ambientale che si riflette anche in altri ambiti . Per avere una panoramica globale della vicenda vi consiglio di visitare il seguente sito : http://www.legambientevalsusa.it/ La cosa che più mi spiace oltre che la vicenda in se stessa e che il nostro Ministro dei Trasporti Ing. Pietro Lunardi abbia detto "Mi auguro che si mettano il cuore in pace tutti perchè tanto l'opera si fa, i cantieri sono aperti"(tale frase l'ho appresa attraverso la TV) . La frase espressa dall'Ing. Lunardi mi porta alla formulazione di una domanda: l'opinione dei cittadini(I datori di lavoro) per i nostri dipendenti ( I politici) ha ancora valore? Dal mio umile punto di vista l'attegiamento che le forze dell'ordine hanno avuto nei riguardi dei manifestanti ritengo non sia stato giusto.
I Valsusani come ho già detto in precedenza hanno fornito della documentazione che dimostra la pericolosità di tale opera perciò bastava che le persone preposte all'approvazione di tale progetto discutessero a priori con la popolazione .
Foto :www.repubblica.it www.repubblica.it
Ora per me i nostri dipendenti non possono pretendere che i propri datori di lavoro non facciano sentire le proprie ragioni manifestando e che subiscano le loro decisioni in modo passivo. Mi auguro veramente che la situazione si risolva nel migliore dei modi e che i nostri politici ci diano maggior ascolto .
Un calorosissimo abbraccio a tutta la popolazione della Val di Susa .

3 commenti:

  1. Anonimo1:43 AM

    Sabrina Rusick



    http://digilander.libero.it/SabrinaRusick/

    RispondiElimina
  2. Anonimo9:52 PM

    Vorrei che tutti potessero riflettere sull'inutilità dell'opera TAV che riguarda la val di susa perchè forse bisogna prendere come accettati alcuni punti che i TIR Non passeranno mai da gomma a treno, che l'amianto e l'uranio ci sono, che l'attuale linea storica è sfruttata solo per il 36% e sarebbe più veloce del corridoio 5 in galleria, che è pericoloso per la salute, e che la popolazione ha capito che la salute è ha rischio. Tutto documentato su vari siti. Io mi chiedo, ma cosa avranno nella testa i giornalisti che sono belle menti, che si sono battuti a suon di penna per grandi cose umanitarie, per scrivere e dire in radio certe cretinate che non stanno nè in cielo nè in terra. Visto che parlano di cose i cui dati sono scritti nei siti e non dai valligiani alcuni giornalisti sono:
    Maurizio Belpietro, Aldo Forbice, Paolo Baroni i quali si ostinano a sostenere esattamente al contrario cose pubblicate da enti e da autorevoli personalità. Ora come possono farlo perchè loro hanno diritto di penna e noi no???
    Sono politicamente pagati???
    Non lo so e non posso spigarlmelo
    Inoltre se fossero venuti di persona a vedere quello che sostengono sui valligiani capirebbero che è gente tranquilla e pacifica molto bugia nen (non ti muovere). Inoltre nel sito della regione pare che il TAV Treno alta Velocità sarà un TAC Treno Alta Capacità quindi trasporterà merci e non persone e quale sarebbe l'utilità vi prego aiutatemi a capire perchè il prezzo di questo progresso in vite umane sarà altissimo dateci almeno una ragione per morire.
    Grazie
    e.cristiana

    RispondiElimina
  3. Anche il capitalismo senza se e senza ma crollerà prima o poi...l'impero USA e l'impero Cinese , pur essendo di colori politici differenti...n realtà sono facce della stessa mediaglia...inseguono un modello capitalista.... il problema è che il popolo viene visto solo come elettore...in futuro dovrà essere coinvolto a decidere direttamente...così sarebbe una vera repubblica....

    RispondiElimina