Un Doblò per Totò

23 novembre, 2005

METTERSI IN FILA PER UN PROCESSO COME QUANDO SI VA DAL SALUMIERE

Sono rimasto profondamente colpito nel vedere che nei tg all'interno dei servizi relativi al processo che si sta svolgendo a Torino che vede imputata Anna Maria Franzoni per la morte del figlio Samuele si veda tanta gente far la fila per poter entrare ad assistere al processo . "L'Elevata capacità creativa " delle persone presenti ha pensato di creare dei bigliettini numerici come quelli che dobbiamo prendere quando andiamo dal salumiere per essere serviti visto che l'aula dove si svolge il processo ha solamente una certa capienza . Vedere le persone che quando venivano ripresi dalle telecamere mostravano il loro numerino con orgoglio ed enfasi come un bambino mostra il suo nuovo giocattolo al suo migliore amico sinceramente mi ha fatto proprio schifo. Dalle domande poste dai giornalisti emergeva che le persone hanno scelto di assistere al processo per poter dire "io c'ero" e per poter vedere la Signora Franzoni da vicino e riuscire a capire così se fosse colpevole o innocente. Ritengo dal mio modesto punto di vista sia stato totalmente sbagliato permette alle persone di assistere a tale processo e ai mezzi di informazione di strumentalizzare questa dolorosissima vicenda . Non indendo esprimere nessun giudizio sull'innocenza o la colpevolezza della signora Franzoni perchè ritego che tale competenza spetti solamente alle persone giuridicamente preposte . Mi auguro che tale vicenda si risolva il piu presto possibile permettendo così di scoprire la verità.

1 commento:

  1. Questa sera alle ore 18 (con replica alle 22) all’interno della rubrica “Parola di Blogger” leggerò alcuni post sulla Franzoni. Avendo trovato il tuo molto interessante, ho deciso di leggerlo in trasmissione. Se vuoi ascoltarlo devi sintonizzarti su www.radioalzozero.net, la radio solo sul web. Ti ricordo inoltre che è attivo il nostro blog al sito www.razblog.net, per comunicare con noi.
    Ciao e Grazie
    Adriana - Redazione di radioalzozero

    RispondiElimina