Un Doblò per Totò

28 marzo, 2009

Alitalia: Battaglia (PD), revocare concessione al volo se CAI non assume disabili

 

image

 

Roma, 27 mar. - (Adnkronos) - ''Il mancato rispetto della legge 68 sul collocamento dei disabili da parte della Cai e' grave ed inaccettabile e non può essere in alcun modo giustificato dopo che lo Stato ed i contribuenti italiani, fra cui, vale la pena ricordarlo, ci sono migliaia di persone disabili, si sono fatti carico di tutti i debiti della vecchia Alitalia''. E' quanto dichiara il consigliere regionale del Lazio, Augusto Battaglia, della Commissione Lavoro e Politiche Sociali della Pisana.
''I 45 disabili effettivamente assunti - prosegue - rispetto ai 323 che garantirebbero il rispetto della quota del 7% degli occupati previsti della normativa, rappresentano non solo una palese violazione della legge, ma una vera e propria offesa al mondo della disabilità. Un'offesa alle migliaia di disabili che si sono formati e qualificati e che, iscritti alle liste del collocamento speciale, si aspetterebbero da parte dei tanto incensati capitani d'industria una maggiore attenzione e sensibilità''.
''Chiedo agli Uffici del Lavoro competenti - conclude - di fissare un termine di tempo breve ed invalicabile entro il quale l'azienda provveda ad assumere i 278 disabili che mancano all'appello, termine oltre il quale il Ministero dei Trasporti è tenuto a revocare la concessione pubblica per la gestione delle linee aeree ai sensi dell'articolo 17 della legge 12 marzo 1999 n.68''

Articolo tratto da: www.ens.it

Il mio blog è: www.lucafaccio.it
La mia e-mail è: info@lucafaccio.it

Nessun commento:

Posta un commento